REGIONE TOSCANA - SANITà, VIA LIBERA ALLA LEGGE CHE REGOLA L’USO DI MEDICINE COMPLEMENTARI
REGIONE TOSCANA - SANITà, VIA LIBERA ALLA LEGGE CHE REGOLA L’USO DI MEDICINE COMPLEMENTARI L’ATTO è STATO APPROVATO ALL’UNANIMITà DAL CONSIGLIO REGIONALE. INTERESSA MEDICI, ODONTOIATRI, FARMACISTI E VETERINARI FIRENZE - L’AULA HA APPROVATO ALL’UNANIMITà UNA PROPOSTA DI LEGGE CHE REGOLA L’ESERCIZIO DELLE MEDICINE COMPLEMENTARI DA PARTE DI MEDICI, ODONTOIATRI, FARMACISTI E VETERINARI. “LE MEDICINE COMPLEMENTARI – HA SPIEGATO LA CONSIGLIERA ANNA MARIA CELESTI (FORZA ITALIA)- SERVONO AD AMPLIARE LA SFERA DELL’AZIONE MEDICA. LA LEGGE GARANTISCE IL PRINCIPIO DELLA LIBERTà DI SCELTA TERAPEUTICA DEL PAZIENTE E LA LIBERTà DI CURA DEL MEDICO SOTTO STRETTO CONTROLLO SCIENTIFICO E TUTELA L'ESERCIZIO DELLE MEDICINE COMPLEMENTARI. SPERIAMO CHE LA LEGGE ADESSO TROVI UN’APPLICAZIONE IMMEDIATA.” LA LEGGE STABILISCE CHE GLI ORDINI DEI MEDICI CHIRURGHI ED ODONTOIATRI, VETERINARI E FARMACISTI ISTITUISCANO ELENCHI DEI PROFESSIONISTI CHE ESERCITANO LE MEDICINE COMPLEMENTARI E RILASCINO SPECIFICHE CERTIFICAZIONI SUI REQUISITI. FABIO ROGGIOLANI (VERDI), PRIMO FIRMATARIO DELLA LEGGE, HA DICHIARATO: “LA TOSCANA AFFERMA IL SUO PRIMATO PER L’UTILIZZO DELLE MEDICINE COMPLEMENTARI CHE è INFATTI CONSIDEREVOLE E SUPERIORE ALLA MEDIA NAZIONALE. QUESTA LEGGE PUò FARE DA APRIPISTA PER ANALOGHE PDL DEPOSITATE ALLA CAMERA E AL SENATO”. “DAL 2002 –CONTINUA ROGGIOLANI- SONO STATI RICONOSCIUTI IN TOSCANA TRE CENTRI DI RIFERIMENTO CHE EROGANO PRESTAZIONI DELLE MEDICINE COMPLEMENTARI PIù UTILIZZATE: MEDICINA CINESE E AGOPUNTURA A FIRENZE, OMEOPATIA A LUCCA E FITOTERAPIA AD EMPOLI. E’ UNA LEGGE SULLE MEDICINE COMPLEMENTARI CHE ROMPE CON L’IDEA CHE ESISTANO MEDICINE ALTERNATIVE E CHE CONSENTE AI CITTADINI TOSCANI, DI AVVALERSI IN MANIERA INTEGRATA DI TUTTE LE CONOSCENZE MEDICHE A DISPOSIZIONE DELL’UMANITà”. FILIPPO FOSSATI (DS) HA EVIDENZIATO COME PER QUESTA PROPOSTA DI LEGGE SI SIANO SUPERATE LE DIFFERENZE POLITICHE E COME TUTTI I PARTITI ABBIANO CONTRIBUITO AL CONSENSO UNANIME. “CON QUESTA LEGGE –HA DETTO FOSSATI- ABBIAMO UNITO IL MONDO ACCADEMICO, MEDICO E SCIENTIFICO CON QUELLO POLITICO CON L'INTENTO DI AMPLIARE LE POSSIBILITA' DI SCELTA TERAPEUTICA DEL CITTADINO ALL'INTERNO DEL SERVIZIO SANITARIO PUBBLICO.” “PIù DEL 20% DEI CITTADINI ITALIANI FANNO RIFERIMENTO ALLA MEDICINA COMPLEMENTARE –HA SOTTOLINEATO MARCO CELLAI (AN); PER QUESTO ABBIAMO SPOSATO QUESTO TESTO. E’ STATO POSSIBILE SCEGLIERE QUESTA VIA PERCHè ANCHE L’ORDINE DEI MEDICI HA RICONOSCIUTO L’EFFICACIA DELLA MEDICINA COMPLEMENTARE NEL TRATTAMENTO DI MOLTEPLICI PATOLOGIE.” (BB) COMUNICATO N. 223 DEL 13/02/2007 HTTP://WWW.CONSIGLIO.REGIONE.TOSCANA.IT/NEWS-ED-EVENTI/COMUNICATI-STAMPA/COMUNICATO/TESTO_COMUNICATO.ASP?ID=8142 L’ATTO è STATO APPROVATO ALL’UNANIMITà DAL CONSIGLIO REGIONALE. INTERESSA MEDICI, ODONTOIATRI, FARMACISTI E VETERINARI FIRENZE - L’AULA HA APPROVATO ALL’UNANIMITà UNA PROPOSTA DI LEGGE CHE REGOLA L’ESERCIZIO DELLE MEDICINE COMPLEMENTARI DA PARTE DI MEDICI, ODONTOIATRI, FARMACISTI E VETERINARI. “LE MEDICINE COMPLEMENTARI – HA SPIEGATO LA CONSIGLIERA ANNA MARIA CELESTI (FORZA ITALIA)- SERVONO AD AMPLIARE LA SFERA DELL’AZIONE MEDICA. LA LEGGE GARANTISCE IL PRINCIPIO DELLA LIBERTà DI SCELTA TERAPEUTICA DEL PAZIENTE E LA LIBERTà DI CURA DEL MEDICO SOTTO STRETTO CONTROLLO SCIENTIFICO E TUTELA L'ESERCIZIO DELLE MEDICINE COMPLEMENTARI. SPERIAMO CHE LA LEGGE ADESSO TROVI UN’APPLICAZIONE IMMEDIATA.” LA LEGGE STABILISCE CHE GLI ORDINI DEI MEDICI CHIRURGHI ED ODONTOIATRI, VETERINARI E FARMACISTI ISTITUISCANO ELENCHI DEI PROFESSIONISTI CHE ESERCITANO LE MEDICINE COMPLEMENTARI E RILASCINO SPECIFICHE CERTIFICAZIONI SUI REQUISITI. FABIO ROGGIOLANI (VERDI), PRIMO FIRMATARIO DELLA LEGGE, HA DICHIARATO: “LA TOSCANA AFFERMA IL SUO PRIMATO PER L’UTILIZZO DELLE MEDICINE COMPLEMENTARI CHE è INFATTI CONSIDEREVOLE E SUPERIORE ALLA MEDIA NAZIONALE. QUESTA LEGGE PUò FARE DA APRIPISTA PER ANALOGHE PDL DEPOSITATE ALLA CAMERA E AL SENATO”. “DAL 2002 –CONTINUA ROGGIOLANI- SONO STATI RICONOSCIUTI IN TOSCANA TRE CENTRI DI RIFERIMENTO CHE EROGANO PRESTAZIONI DELLE MEDICINE COMPLEMENTARI PIù UTILIZZATE: MEDICINA CINESE E AGOPUNTURA A FIRENZE, OMEOPATIA A LUCCA E FITOTERAPIA AD EMPOLI. E’ UNA LEGGE SULLE MEDICINE COMPLEMENTARI CHE ROMPE CON L’IDEA CHE ESISTANO MEDICINE ALTERNATIVE E CHE CONSENTE AI CITTADINI TOSCANI, DI AVVALERSI IN MANIERA INTEGRATA DI TUTTE LE CONOSCENZE MEDICHE A DISPOSIZIONE DELL’UMANITà”. FILIPPO FOSSATI (DS) HA EVIDENZIATO COME PER QUESTA PROPOSTA DI LEGGE SI SIANO SUPERATE LE DIFFERENZE POLITICHE E COME TUTTI I PARTITI ABBIANO CONTRIBUITO AL CONSENSO UNANIME. “CON QUESTA LEGGE –HA DETTO FOSSATI- ABBIAMO UNITO IL MONDO ACCADEMICO, MEDICO E SCIENTIFICO CON QUELLO POLITICO CON L'INTENTO DI AMPLIARE LE POSSIBILITA' DI SCELTA TERAPEUTICA DEL CITTADINO ALL'INTERNO DEL SERVIZIO SANITARIO PUBBLICO.” “PIù DEL 20% DEI CITTADINI ITALIANI FANNO RIFERIMENTO ALLA MEDICINA COMPLEMENTARE –HA SOTTOLINEATO MARCO CELLAI (AN); PER QUESTO ABBIAMO SPOSATO QUESTO TESTO. E’ STATO POSSIBILE SCEGLIERE QUESTA VIA PERCHè ANCHE L’ORDINE DEI MEDICI HA RICONOSCIUTO L’EFFICACIA DELLA MEDICINA COMPLEMENTARE NEL TRATTAMENTO DI MOLTEPLICI PATOLOGIE.” (BB) COMUNICATO N. 223 DEL 13/02/2007 HTTP://WWW.CONSIGLIO.REGIONE.TOSCANA.IT/NEWS-ED-EVENTI/COMUNICATI-STAMPA/COMUNICATO/TESTO_COMUNICATO.ASP?ID=8142
  16/02/2007